La condivisione delle finalità e dei principi su cui si basa l'attività di Giustizia Mite, ed il rispetto delle norme previste dal Regolamento interno, sono i principali requisiti richiesti per poter aderire all'Associazione in qualità di socio.

Possono presentare istanza tutti i soggetti, ivi comprese le associazioni di volontariato e gli enti pubblici o privati, che sposino nello specifico la diffusione della cultura della mediazione vista come procedimento alternativo che si prefigge lo scopo di una giustizia riparativa.

Per diventare Socio, è necessario rivolgere espressa domanda al Consiglio Direttivo; l'ammontare della quota associativa annuale è definito dal Consiglio Direttivo ed è stabilito in € 70,00.

Gli associati potranno usufruire dei servizi offerti dall'Associazione nei termini e nelle modalità previste dalla tipologia di procedimento che si desidera attivare. Il riconoscimento di "socio" dà la possibilità di intraprendere la procedura conciliativa senza alcun costo aggiuntivo, di avvalersi della consulenza delle figure professionali richieste dal caso, e di usufruire dei locali e del personale di segreteria per tutta la durata del procedimento conciliativo.

Gli associati inoltre, potranno "in primis", condividere i progetti che l'Associazione intende intraprendere: attività svolte, con l'ausilio delle Autorità competenti, degli Uffici preposti ai Servizi Sociali e dei Minori, dei Comuni, delle Direzioni Didattiche, con lo scopo di intervenire a livello sociale al fine di educare alla convivenza , al rispetto della legalità, al reiserimento sociale e alla cultura dell'accoglienza.

Lo status di "Socio" dà diritto alla partecipazione all'Assemblea Generale dei Soci. Tutti i soci hanno uguali obblighi e diritti, inclusi i diritti di voto nell'assemblea ordinaria e straordinaria per l'elezione ed il rinnovo degli organi sociali, per le modifiche dello Statuto e dei regolamenti, per l'approvazione dei bilanci e dei rendiconti.