Il progetto MediaMente Scuola nasce dal concorso sinergico del Polo Qualità di Napoli, dell’Ambito Territoriale di Vercelli e dell’Associazione Giustizia Mite.
La mediazione scolastica si pone come processo educativo: sensibilizzare i ragazzi a questa pratica, significa dotarli di strumenti in grado di gestire situazioni difficili come possono essere i conflitti, aiutarli a comprendere meglio se stessi e renderli capaci di un ascolto autentico verso gli altri.
L’obiettivo del programma, come riscontro immediato degli effetti sui beneficiari scelti, si fonda su tre aspetti fondamentali, ed è finalizzato a:

- Saper riconoscere il conflitto
- Saper valutare le conseguenze di un conflitto
- Saper superare il conflitto

L’effetto di lunga durata che il progetto si propone di conseguire, è la realizzazione di un clima di collaborazione all’interno degli istituti scolastici, il benessere della vita scolastica stessa, nella piena consapevolezza da parte di tutte le figure che interagiscono nell’ambiente, alunni, insegnanti, dirigenti, personale ATA e consulenti esterni, di poter affrontare e dare risposte alternative all’insorgere dei conflitti.

Il soddisfacimento delle esigenze di recupero delle risorse relazionali avviene attraverso strumenti di formazione innovativi: il tutto si basa su un modello che supera l’approccio formativo di puro travaso di nozioni, ed individua nel responsabile, il ruolo di facilitatore dell’ apprendimento, combinando diverse tecniche formative come il brain storming, discussioni di gruppo, proiezioni di films, compilazione di schede informative, condivisione delle proprie opinioni ed esperienze, giochi di conoscenza adatti all’età dei partecipanti.

Per maggiori informazioni scarica la modulistica in allegato oppure visita il sito www.qualitascuola.com