La mediazione coniugale, è un percorso di consulenza, formazione, e sostegno, per le coppie in crisi, che intendono recuperare la propria storia ed il proprio rapporto, modificando o ricostruendo la comunicazione. Il percorso prevede una rivisitazione critica dei comportamenti all’interno della coppia, e procedendo attraverso la comunicazione, arrivare alla ristrutturazione della relazione.

Per mediazione coniugale non si intende semplicemente la ricostruzione del rapporto, ma la sua possibile evoluzione: si possono verificare sensibili cambiamenti comportamentali, sollecitudine nella consapevolezza del proprio ruolo all’interno della coppia, e maggiore capacità di mediare con l’Altro.

Il mediatore coniugale non segue la coppia nella redazione di semplici accordi legati alla separazione o al divorzio, il suo ruolo è molto più sensibile: al mediatore spetta il compito di guidare la coppia in una dimensione comunicativa nuova, pulita e senza pregiudizi, insegnando loro a vivere il conflitto in maniera costruttiva. La coppia riacquista la consapevolezza e la responsabilità della propria storia che eventualmente coinvolge anche i loro figli.

La mediazione coniugale aspira alla ri-congiunzione, intesa come massima capacità di coniugare le aspettative del singolo partner con le esigenze della coppia.