06/09/2016

Oltre alle coppie sposate, sia con matrimonio civile che religioso che con entrambi i riti, in Italia continua a crescere il numero delle coppie di fatto, oggi molto più tutelate rispetto al passato, che decidono di separarsi. Anche in questi casi la Mediazione familiare può rivelarsi davvero un valido aiuto verso un percorso che si mostra spesso difficile. Questo accanto all’iter previsto dalla legge, che prende come riferimento gli articoli dal 316 comma IV al 337 bis del Codice Civile. Occorre qui precisare, comunque, che l’affidamento dei figli delle coppie di fatto dal 2012 è stato reso molto più semplice grazie all’equiparazione ai figli nati all’interno di un matrimonio voluta dalla legge 219 del 10 dicembre del 2012.

L’equiparazione dei diritti prevede anche quello alla bi-genitorialità, alla possibilità per i figli, cioè, di essere affidati in maniera equa ad entrambi i genitori (affidamento condiviso). Ed a questo punto entra in gioco la presenza di un legale e la possibilità di usufruire della mediazione familiare . Può infatti capitare che, mentre nelle separazioni all’interno di un matrimonio il controllo del giudice rappresenta una regola, nello scioglimento delle convivenze la faccenda venga risolta autonomamente. Se dunque si desidera una tutela, soprattutto per i figli minorenni, bisogna avanzare un ricorso (sottoscritto da tutti e due i genitori) presso il Tribunale ordinario competente (e non più presso il Tribunale dei Minori) con allegata l’opportuna documentazione.

In tale contesto la procedura di mediazione familiare entra a pieno titolo. Dal momento che la separazione è sempre un evento critico (sia che si concluda con il definitivo distacco che con una riappacificazione), la famiglia dovrà attivarsi per far sì che si arrivi ad una conclusione il meno possibile traumatica per i figli. Un mediatore familiare potrà dunque accompagnare con successo anche le coppie di fatto ad una maggiore comprensione delle volontà di tutti.

A cura dell'addetto stampa Giustizia Mite, dott.ssa Jenny Giordano