17/09/2013

Per tutti coloro che intendono affermarsi all’interno di un settore che non conosce crisi, la Mediazione familiare può divenire, davvero, la scelta più opportuna. La mediazione familiare, infatti, rappresenta lo strumento perfetto per stabilire l’imprescindibile collaborazione all’interno della coppia che si sta separando. Questo permetterà, alla stessa, di uscire dalla situazione in auge senza stress e, soprattutto, tutelando gli interessi propri e dei figli. Diventare mediatore familiare significa ricreare la situazione di accorso senza scontentare nessuno. Diventare mediatore familiare vuol dire scegliere un futuro da professionista qualificato in grado di facilitare la comunicazione tra le parti e mantenere il più completo riserbo sull’ incontro.

Giustizia Mite propone la creazione di figure professionali profondamente qualificate e preparate nella tecnica di gestione di tutti i conflitti familiari, anche quelli più complessi. Il confronto tra le parti sarà costruttivo e la soluzione concordata permetterà di non vedere ne vinti, vincitori, ma solo persone soddisfatte.

Tra le tante sedi in cui vengono tenuti corsi per divenire mediatore familiare, senza ombra di dubbio, quella di Nocera è una delle più accreditate. Il titolo in questione, infatti, permette di operare come libero professionista presso il settore pubblico, come consulente per tutti i Tribunali e anche nel settore professionale. I requisiti indispensabili per essere ammessi ai corsi sono il possesso di una laurea di tipo giuridico o socio – politico. Ma anche lauree psico –sociali, mediche, o umanistiche. Le possibilità, in tal senso, non mancano affatto.

Fare questo corso significa divenire professionisti in un settore che non vedrà mai difficoltà (le problematiche legali legate alla famiglia, d’altro canto, non cesseranno mai di esistere).
Per rivolgersi all’Associazione Giustizia Mite e avere maggiori informazioni relative ai corsi non occorre altro che inviare una email a segreteria@giustiziamite.it o contattare il numero verde 800 482978.

A cura di Vinicio Marchetti, Addetto Stampa Giustizia Mite