15/07/2014

Il corso di alta formazione per mediatore familiare dell’ Associazione Giustizia Mite, in corso presso la sede di Napoli, si ferma per la pausa estiva e lo stop forzato ci offre l’ opportunità di fare un bilancio di questi primi 2/3 di corso.
Gli argomenti trattati hanno suscitato un vivace dibattito tra i discenti, che hanno mostrato un elevato livello di interesse e partecipazione attiva, sia nel corso delle prove simulate di sessioni di mediazione familiare (role-playing) sia durante le lezioni frontali. Elevato gradimento, hanno conseguito anche le lezioni di carattere strettamente psicologico della dott.ssa Pina Aurilia; un notevole successo ha riscosso anche il modulo sulla comunicazione positiva e filtrata del mediatore, probabilmente per la sua attualità e rilevanza non solo in seno ad una famiglia che sta per sciogliersi.
Giustizia Mite, inoltre, ha potuto offrire ai partecipanti un incontro col padre dell’ affido condiviso, prof. Marino Maglietta, che ha approfondito le criticità delle modifiche apportate pochi mesi fa al D.Lgs. 154/2013.
Il break estivo offrirà agli allievi la possibilità di riflettere sulle competenze e conoscenze fin qui acquisite e sugli argomenti dai quali si sono sentiti maggiormente incuriositi, tra i quali potranno sceglierne uno su cui incentrare la trattazione dell’ elaborato finale.

L’ associazione Giustizia Mite, fin d’ ora, senza falsa modestia, è orgogliosa degli ottimi risultati raggiunti: un successo che rispecchia pienamente gli incoraggianti risultati raggiunti da tutti i discenti, grazie ad un’ offerta formativa ed un corpo docenti di primo ordine.
Ad ottobre la II edizione!

A cura dell' Addetto Stampa Giustizia Mite