23/08/2013

A tutti i coniugi, prima o poi, nell’arco della loro vita di coppia, capita di attraversare un momento di crisi per i motivi più svariati che non sempre sfociano in una separazione o in un divorzio. Spesso si tratta di incomprensioni, di piccole incompatibilità caratteriali che, reiterate nel tempo generano conflitti coniugali che ostacolano la comunicazione, provocando chiusura e diffidenza all’interno della coppia.

Laddove la crisi investe coppie con figli, la situazione diventa ancora più delicata, dato che le vere vittime dei conflitti coniugali sono proprio loro. Occorre intervenire subito, senza rimandare per paura di ferire o di alterare l’equilibrio della famiglia, anzi, al contrario, rimare inermi difronte a situazioni di disagio coniugale provoca un ulteriore inasprimento dei rapporti.

È inutile ricorrere alla figura dell’avvocato e procedere giudizialmente quando infondo i coniugi intendono recuperare la loro relazione, ma sono semplicemente coinvolti in un periodo di crisi passeggera che li porta ad essere confusi e sofferenti. In tutti questi casi è preferibile che intraprendano un percorso di Mediazione coniugale per risolvere in via extragiudiziale i loro conflitti.

L’Associazione Giustizia Mite sensibile alle problematiche di natura familiare e coniugale eroga servizi di sostegno e di consulenza a tutte le coppie in crisi che intendono riacquisire la responsabilità della propria storia mediante la mediazione coniugale.

La sede legale dell’Associazione è ubicata in Nocera Inferiore, in provincia di Salerno, e le sezioni associative di Napoli, Nola e Caserta, si avvalgono della collaborazione dimediatori coniugali e familiari altamente competenti in materia, il cui compito è quello di  guidare i coniugi in una nuova dimensione comunicativa sgombra da pregiudizi e rancori.

Mediante l’espletamento di servizi di mediazione coniugale, l’Associazione Giustizia Mite  offre alle coppie in crisi la possibilità di vivere il conflitto in maniera costruttiva e di trasformare le difficoltà coniugali in un nuovo inizio all’insegna della serenità. Intraprendere un percorso di mediazione coniugale, infatti, significa ripristinare gli equilibri interrotti attraverso una rivisitazione dei profili caratteriali che hanno generato l’incomunicabilità all’interno della coppia.

A cura dell’Avv. Gennaro Cavallaro socio fondatore dell’Associazione “ Giustizia Mite”