31/07/2014

Di fronte alla sempre più elevata espansione e radicamento dell’ immigrazione straniera in Italia, diventa sempre più rilevante la figura del mediatore culturale. Il mediatore culturale non è solo un interprete che traduce da una lingua ad un’ altra, ma esercita una vera e propria funzione di orientamento culturale nei confronti degli immigrati, favorendo la loro integrazione e interazione, con i numerosi servizi di supporto che gli Enti pubblici e privati offrono.
Il ruolo del mediatore culturale è fondamentale per garantire pari opportunità di accesso ai servizi da parte dei cittadini migranti. A tal proposito si nota come, la Regione Liguria, per incrementare lo sviluppo del servizio di mediazione, ha avviato, con l’ approvazione di un progetto, la pianificazione e la messa sistema di servizi di mediazione culturale.
Gli obiettivi sono molteplici:
• diffusione e condivisione di tali servizi di mediazione da parte di tutti gli Enti privati e pubblici; • favorire la crescita professionale dei mediatori culturali; • sostenere la formazione e la specializzazione dei mediatori.

Il mediatore culturale ha quindi la straordinaria e stimolante funzione di facilitare l’ evoluzione del processo di inserimento nella realtà italiana delle persone in stato di difficoltà, operando in diversi ambiti: pratico, in quanto offre l’ opportunità all’ utente di etnia minoritaria di inserirsi all’ interno di un sistema socio-burocratico del tutto diverso da quello di origine; linguistico, in quanto permette di creare un canale comunicativo per i bisogni dell’ utente; psicosociale, in quanto il percorso di mediazione permette al cittadino straniero l’ eliminazione di qualsiasi forma di discriminazione, migliorando l’ accesso a quelle che possono sembrare informazioni incomprensibili.
La presenza di un professionista esperto come il Mediatore Culturale è fondamentale e Giustizia Mite ne è ben consapevole: con percorsi specifici di alta formazione sarà possibile creare una figura professionale che diventi un ponte culturale tra civiltà differenti.

A cura dell' Addetto Stampa Giustizia Mite