23/08/2013

All’interno della mediazione diventa sempre più importante una figura molto particolare: il mediatore in impresa. La mediazione all’interno delle imprese, oggigiorno, può essere affermata come una necessità assolutamente imprescindibile. Attraverso di essa possono essere risolte moltissime delle problematiche in cui le aziende, spesso e volentieri, vengono a trovarsi coinvolte.

 

Stiamo parlando, ovviamente, dei vari adempimenti contrattuali, di tutte le difficoltà di recupero del credito, ma anche la risoluzione di tutti quei conflitti che nascono dall’organizzazione interna. Per le imprese, quindi, la mediazione si rivela un vero è proprio valore aggiunto in cui la capacità del mediatoresta nello stabilire e ricreare quanto prima il giusto clima mite in cui l’ascolto è possibile e la collaborazionee l’interazione diventano i principi cardine su cui si fondano le componenti di una azienda.

Anche in questo caso il ricorso alla mediazione è del tutto imprescindibile. Non soltanto per ottenere la piena soddisfazione di entrambe le parti coinvolte ma, anche e soprattutto, perché vengono esclusi tutti quei procedimenti, lunghi e tortuosi, propri del procedimento giudiziario. La mediazione, quindi, si rivela essere lo strumento in grado di aiutare l’impresa a risolvere tutti i conflitti interni. Dove sorgono problematiche , interviene il mediatore e, con il suo operate, si ricrea il giusto canale comunicativo per trovare un accordo.

Lavorare come Mediatore in Impresa significa ricoprire una carica fondamentale all’interno di una azienda. Significa, di fatto, prodigarsi per mantenere l’ordine e l’equilibrio in un luogo dove, per natura, i conflitti nascono e nasceranno quasi quotidianamente. Divenire Mediatore in Impresa significa scegliere un percorso in cui, davvero, il lavoro non potrà mai mancare.

A cura di Vinicio Marchetti Addetto Stampa Giustizia Mite