25/02/2016

Lo scorso 15 gennaio, in un’ordinanza del Tribunale di Civitavecchia, il giudice, dott.ssa Maria Flora Febbraro, ha stabilito che una mediazione conclusa negativamente al primo incontro debba proseguire, con rinnovazione del procedimento. Nello specifico si trattava di un risarcimento danni per responsabilità medica.

Il giudice, una volta “verificato che la procedura di mediazione […] è stata esperita dagli attori e dagli interventori ma non si è conclusa non essendo iniziata dopo il primo incontro ha applicato il combinato disposto dall’art.8, comma 1 e 5 del d.lgs. 28/2010 come modificato dal decreto 69/2013, il cosiddetto Decreto del Fare.

In conseguenza di ciò il giudice ha disposto la prosecuzione del procedimento di mediazione con il suo inizio, ovvero la rinnovazione del procedimento entro il termine di 15 giorni.

Per leggere l’ordinanza nei dettagli clicca sulla pagina dedicata .

A cura dell'addetto stampa Giustizia Mite, dott.ssa Jenny Giordano