14/11/2013

Dando una rapida occhiata a ciò che sta accadendo sulle coste italiane, il riferimento agli sbarchi degli immigrati sulle coste ecc, fa facendosi sempre più rilevante il ruolo del mediatore culturale. Questa figura professionale, rara e richiestissima, rappresenta il futuro di un paese che, ormai, vive della sua impreparazione e che, con assoluta certezza, riscontra problemi enormi nell’offrire i giusti servizi ai suoi stessi abitanti; figuriamoci gli immigrati che entrano clandestinamente nel nostro paese.
In virtù di questo, la figura del mediatore culturale, accuratamente presentata e formata dall’Associazione Giustizia Mite, saprà trovare con estrema rapidità e velocità una soluzione in tal senso. Non dimentichiamo, infatti, che la presenza di un elemento imparziale, in grado di mediare non soltanto per quanto concerne la questione culturale, ma anche e soprattutto sotto il profilo umano, permetterà di venire a un accordo finanche con persone in gravissime difficoltà.

Viviamo tempi difficili dove, queste persone, immaginano di venire in Italia per poter sfuggire a luoghi duri e disastrati. Purtroppo nessuno di loro è a conoscenze delle spaventose carenze economiche che sta vivendo il Belpaese. O, almeno, quello che una volta veniva definito Belpaese.

Siamo in Italia e non ci riconosciamo più in questa politica, anche in questo territorio. I volti attorno a noi cambiano costantemente. La presenza di un elemento esperto come il Mediatore Culturale è assolutamente fondamentale. Giustizia Mite mette a disposizione di queste persone e di tutti coloro che ne avranno bisogno, numerosi professionisti della Mediazione.
Con bravura e tenacia, sarà possibile creare un ponte culturale tra queste povere persone e noi. Un ponte culturale che permetterà a loro di ottenere l’aiuto che tanto bramano e, a noi, di non ingigantire ulteriormente le già enormi difficoltà che stiamo vivendo.

A cura di Vinicio Marchetti, Addetto Stampa GIUSTIZIA MITE