08/11/2016

Tutelare marchi e brevetti attraverso registrazioni in regola è una delle necessità più sentite dalle aziende in questi ultimi tempi. Questo perché, nonostante la normativa vigente, in mancanza di protezione i concorrenti hanno la possibilità di porre in commercio dei prodotti simili in tutto a prezzi nettamente inferiori, oltre che di denigrare il prodotto competitor o di violare le autorizzazioni dei software. Un mezzo di tutela in tal senso è dato proprio dai diritti di esclusiva di cui gode un brevetto. Questi ultimi infatti, in caso di qualsiasi violazione, consentono di avvalersi della possibilità di godere di un risarcimento danni.

La soluzione, in passato, risiedeva esclusivamente nel processo, con tutte le lungaggini da esso derivante. Oggi si può invece ricorrere alla cosiddetta “restorative justice” in particolare alla mediazione d’impresa specializzata nella tutela di marchi e brevetti. La particolarità di una mediazione risiede nel fatto che essa si dimostra molto più veloce ma ugualmente efficace nei risultati, senza però necessariamente andare a ledere i rapporti tra le due parti (imprese) in causa. Per raggiungere tuttavia tali caratteristiche è necessario che la procedura di mediazione in marchi e brevetti sia guidata da un mediatore esperto, adeguatamente formato in materia.

Per questi motivi l’associazione Giustizia Mite (tenendo conto del D.Lgs. n. 28/2010, aggiornato nella forma del D.L 69 del 21 giugno 2013, Legge di conversione n. 98 del 9 agosto 2013) ha tra i suoi percorsi formativi anche la mediazione d’impresa in marchi e brevetti. Il corso, accreditato Brain Med, potrà fornire agli avvocati e ai professionisti iscritti all’Ordine dei Consulenti in proprietà industriale (sezione brevetti – sezione marchi) tutti gli strumenti per mediare con successo le controversie che abbiano come oggetto la proprietà intellettuale. La figura in uscita risulterà capace di svolgere attività di intermediazione per la risoluzione alternativa dei conflitti insorgenti all’interno e all’esterno delle organizzazione aziendali, acquisendo tecniche di negoziazione strategica per la gestione delle controversie di natura economica e per l’esercizio dei diritti di proprietà industriale. A cura dell'addetto stampa Giustizia Mite, dott.ssa Jenny Giordano